• Dom. Nov 29th, 2020

Le migliori App per guadagnare online: 8 App da scaricare subito

Difcentorrino

Nov 7, 2020

Oggi sveliamo un bel po’ di App per guadagnare online, affidabili e apprezzate dal pubblico. In fin dei conti lo smartphone è ormai sempre con noi, quindi perché non sfruttare qualche App per arrotondare e ottenere un guadagno online da poter spendere in ciò che più ci piace?

Guadagnare con le App: le migliori e più affidabili App da scaricare

La maggior parte di queste App ti pagano o con buoni spendibili sugli App Store o con denaro, vero e proprio, che puoi spendere poi per fare la spesa o per comprarti quel che vuoi. Ricordiamo una cosa  importante: tutte le app sono gratuite!

1. Nielsen Panel Computer/Mobile APP

Partiamo con un’app famosa, con un indice di gradimento da parte del pubblico senza pari: Nielsen! Nielsen è un’azienda internazionale che fa indagini di mercato. Tra sondaggi e analisi di mercato, ha creato una App – sia per iOS che per Android – con la quale puoi indicare i tuoi gusti e interessi su vari aspetti (ad esempio sulle tue preferenze quando fai la spesa o sui siti web che preferisci), ricevendo in cambio buoni in regalo da poter spendere per fare shopping.

Per partecipare devi fare solo 3 cose:

  1. Registrarti e rispondere alle domande generali sulle tue preferenze
  2. Installare l’App Nielsen Mobile (è 100% sicura e non influisce sulle prestazioni del tuo telefono)
  3. Tenere aggiornati i tuoi dati, navigare tranquillamente come hai sempre fatto e rispondere a qualche sondaggio quando arrivano per collezionare punti e richiedere i premi.

Facile no? Inizia con la registrazione qui!

2. Guadagnare con l’App Google Opinion Rewards: caratteristiche dell’App

Google Opinion Rewards è un’app creata dal team di Google Surveys che permette di guadagnare crediti Google Play rispondendo a brevi e semplici sondaggi retribuiti.

Questa App di Google per rispondere a sondaggi e guadagnare qualche euro, però, è compatibile solo per Android, non iOS. Quindi è perfetta per chi vuole guadagnare con Android.

Partecipare è molto facile: si scarica l’applicazione dal Play Store (link alla prima riga dell’articolo) e si risponde a semplici domande su di sé, sui propri gusti e interessi, sui video che si vorrebbe vedere su YouTube, sulle spese fatte con la propria carta in vari negozi del territorio, etc.

La frequenza dei sondaggi è molto particolare.  I sondaggi vengono inviati sullo smartphone all’incirca una volta alla settimana  ma possono essere inviati anche con una frequenza maggiore o minore. C’è chi non ne riceve affatto, chi ne riceve con cadenza regolare e frequente, dipende sempre dalle caratteristiche che avete in quanto consumatori.

La notifica sul telefono appare quando è pronto un sondaggio breve e il premio arriva fino a 0,80 € in credito Play Google una volta completato. Le domande variano da “In quale negozio sei stato ieri?” a “Ti piace questo video su YouTube?“ o “Nel tal negozio hai fatto acquisti e se si, hai usato la tua carta di credito?“, etc. Questo è il tenore e la semplicità delle domande poste tramite Google Opinion Rewards.

Il premio è spendibile nello Store di Google e si possono acquistare applicazioni ma anche libri e film. Non si tratta di un vero e proprio panel di sondaggi pagati ma è più semplice da utilizzare grazie al solo uso di tablet o smartphone.  Il download dell’app di Google Opinion Reward ha superato la soglia dei 10 milioni di download ed ha un punteggio medio superiore al 4,5 su 5 . Chiunque utilizza App sul proprio smartphone sa quanto sia un punteggio elevatissimo. L’applicazione è molto leggera (5Mb) per cui non occuperà molto spazio sul dispositivo.

Come spendere i soldi guadagnati con l’App Google Opinion Rewards

Da quando si riceve il pagamento occorre spendere la cifra guadagnata entro un anno. Se si hanno due account sul Play Store, i crediti guadagnati con Google Opinion Reward non possono essere trasferiti da un account ad un altro. Uno dei vantaggi, a differenza di molti siti di sondaggi a pagamento, è che non c’è una soglia payout, pertanto se si sono accumulati anche solo 0.05€ si può fare un acquisto anche di soli 0.05€, qualora si trovasse un prodotto di questo valore sugli store di Google (Play Store, Play Film, Play Libri, Play Giochi).

Il credito rimane disponibile nel Google Wallet, pertanto se andate ad acquistare un’app o un film, ad esempio, potrete coprire il costo necessario con i soldi guadagnati (se l’importo totale è sufficiente a coprire la spesa) o integrando i soldi mancanti per coprire il prezzo totale dell’acquisto.

Il credito Google Opinion Reward Play non può essere utilizzato per iscrizioni ad app Android, abbonamenti a riviste o acquisti di hardware e accessori.

Come si guadagna con le App: Altre App affidabili per guadagnare online

Oltre alla già menzionata App Google Opinion & Reward, spiegata qui sopra, ecco altre App famose, sicure e testate per ricavare qualche guadagno extra online.

3. L’App di Toluna

L’app di Google Opinion Reward non è l’unica applicazione che permette di registrarsi e di guadagnare online con il proprio smartphone. La community di Toluna, di cui abbiamo già parlato qui, ha una propria app che permette di accumulare punti esprimendo la propria opinione su ricerche di mercato, testando prodotti e anche rispondendo a veloci domande.

Tra i premi disponibili, oltre a buoni Amazon, Zalando e gift card per iTunes, Alitalia e Mango, è possibile richiedere un accredito di denaro sul proprio conto PayPal.

4. Guadagnare facendo shopping, con BeMyEye

BeMyEye è un’applicazione per guadagnare denaro svolgendo delle analisi durante lo shopping, disponibile per guadagnare sia con Android che con iOS. Consente di guadagnare soldi veri semplicemente svolgendo delle attività molto divertenti nella propria zona, solitamente in negozi. Viene spesso richiesto di recarsi in un negozio della tua città e di fare qualche piccolo acquisto (sempre rimborsato) e di prestare attenzione ad alcuni particolari, come la pulizia del negozio o la cortesia degli addetti o la disponibilità di certi prodotti. Una volta terminata la visita “in incognito” nel negozio, si dovrà rispondere ad alcune domande online.

Si possono guadagnare anche oltre 30 euro a visita, quindi il modello è molto interessante, ma richiede più tempo e capacità. Queste attività si chiamano Mystery Client o Mystery Shopping.

Al raggiungimento della soglia minima di 10 euro di compensi ricevuti, è possibile richiedere l’accredito della somma accumulata che sarà trasferita tramite PayPal o sul conto bancario.

Come anticipato, sono disponibili diversi tipi di lavori da svolgere: una semplice caccia al prodotto in un supermercato oppure la possibilità di sottoporsi a controlli gratuiti in farmacia o un test di guida per un’automobile, e così via. Individuata la “missione” (definita in questo modo il progetto o l’attività) che si vuole svolgere, la si prenota e si leggono tutte le istruzioni relative.

Abbiamo parlato di BeMyEye e di Mystery Shopping in generale in questo articolo: sondaggiamo.com/guadagno-mystery-shopper

5. Guadagnare facendo la spesa: l’App Ti Frutta

Ti Frutta è invece l’app ideale per chi fa la spesa (cioè per tutti!). In pratica, questa app ti premia e ti fa guadagnare mentre fai la tua normale spesa. Come funziona: inviando la foto dello scontrino è possibile guadagnare dalla propria spesa di prodotti comuni.  Nella schermata principale di Ti Frutta si visualizzano tutti i prodotti disponibili con i quali puoi guadagnare se li acquisti , divisi per categorie (Colazione, A tavola, Freschi, Condimenti, Snack e dolci, Bevande, Persona, Drink e Casa). In alternativa si può verificare la presenza di un prodotto cercandolo nell’apposita sezione.

L’App ti suggerisce di volta in volta quali sono i prodotti da acquistare per avere il guadagno (fotografando lo scontrino).

Ad ogni prodotto corrisponde una  scheda descrittiva con la durata della promo, i pezzi acquistabili, il regolamento completo.

Una volta acquistato uno dei prodotti elencati si preme sull’icona della macchina fotografica e si fotografa lo scontrino, in automatico verrà accreditato il valore del prodotto in questione.

Il pagamento è tramite Pay Pal, Bancoposta o bonifico bancario.

6. Guadagnare con i micro-lavori grazie all’App AppJobber

AppJobber è una soluzione simile a BeMyEye che permette di guadagnare soldi portando a termine dei microlavori. Disponibile per dispositivi Android e iOS, consente di svolgere attività legate alla propria posizione e non solo. È naturalmente gratuita, in lingua italiana e l’accredito può essere versato su conto bancario o tramite PayPal.

Avviata l’app, si visualizza la posizione nella mappa per vedere quali sono i lavori più vicini. Il funzionamento, quindi, è molto simile a quello di altre App simili come la già citata BeMyEye.

7. Guadagnare vendendo le proprie foto con l’App Foap

Foap è dedicata invece agli appassionati di fotografia che possono vendere le loro foto o video (5 dollari per ognuna) ovviamente originali. Se un’azienda è interessata alla tua foto o video pubblicata, la acquista: il prezzo pagato verrà quindi diviso tra te e Foap.

Però attenzione, non è facile fare foto bellissime e professionali: perché quelle sono le foto che riescono ad avere un mercato, non tanto le foto “casalinghe” fatte alla buona.

Altre App curiose come la non più attiva Gym Pact (che non vi consigliamo)

Esistono anche altre App “curiose” per guadagnare, ad esempio ne esisteva una che si chiamava Gym Pact. Gym Pact consentiva di guadagnare facendo sport, con degli obiettivi da raggiungere: mangiare frutta e verdura e correre per una distanza stabilita, ad esempio. Dimostrato di aver raggiunto l’obiettivo si era ricompensati in denaro (in teoria!), con un pagamento che arrivava fino a 5 euro a settimana e se non si raggiungeva sarebbe stato l’utente a versare il denaro. Insomma, una follia, e infatti ha chiuso!

Vi raccontiamo questa App per pura curiosità, ma sinceramente vi consigliamo di provare le altre app di guadagno online. Questo tipo di app troppo bizzarre non sono affidabili e si rischia di non guadagnarci affatto!

8. Guadagnare guardando film e documentari: l’App TaTaTu

Premessa – dobbiamo ancora provarla, quindi vi diciamo come funziona, almeno stando a ciò che il sito racconta di se stesso. TaTaTu si propone come la prima piattaforma digitale specializzata in contenuti di intrattenimento attraverso la quale gli utenti non pagano, ma al contrario guadagnano guardando film, serie tv, sport e documentari.
Per utilizzarla basta registrarsi tramite Google o tramite il proprio account Facebook: così facendo si ricevono i primi 50 TaTaTu Token di benvenuto, corrispondenti a 12,50 dollari.
Per ogni visualizzazione di un evento presente sulla piattaforma, l’utente ottiene altri 12 TTU Token in media (circa 3 euro). Ovviamente su TaTaTu non si trovano gli ultimi film del momento o lo streaming in diretta della partita della propria squadra del cuore, ma la scelta è ampia e riesce a soddisfare i gusti di tutti.

Per chi l’avesse provata e volesse raccontarci la propria esperienza con TaTaTu: scriveteci e fateci sapere!

App per guadagnare vendendo: i migliori siti di ecommerce per utenti

Un altro modo di guadagnare soldi con le App è sicuramente quello di  vendere i propri oggetti inutilizzati online . Di seguito ti lasciamo un elenco delle migliori app per guadagnare vendendo i tuoi oggetti personali.

Guadagnare con la vendita online sfruttando le App Marketplace

Depop.com (Android/iOS): App molto particolare e “di moda”, in tutti i sensi, dato che è l’ideale per vendere vestiti, oggetti vintage, accessori.

eBay (Android/iOS): chi non lo conosce? eBay permette di mettere in vendita qualsiasi tipo di oggetto, sia usato che nuovo, in tutto il mondo. Si può vendere tramite asta o tramite la funzione “compralo subito”: in entrambi i casi eBay applica una commissione se la vendita va a buon fine.

Subito.it (Android/ iOS/Windows): altra app di annunci famosissima e molto utilizzata in Italia. Su Subito puoi mettere in vetrina uno o più oggetti che intendi vendere ed iniziare delle trattative con i possibili acquirenti. In questo caso l’app non chiede commissioni per la vendita.

Kijiji (Android/iOS): di proprietà di eBay, questo servizio di annunci è molto utilizzato e noto, soprattutto lungo certe categorie di prodotti. È quasi una bacheca di annunci. Anche in questo caso tutto ruota attorno al contatto tra acquirente e venditore, che risolvono autonomamente la vendita.

Passaparola con i tuoi amici!

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *