Languishing: lo stato emotivo prevalente del 2021

Languishing: il disagio comune del 2021

Come stai? “bho, bene forse, male non direi, ma non ne sono sicuro“. Questa potrebbe essere una risposta che ognuno di noi potrebbe dare ad un semplice “come stai”.

Finalmente questo torpore emotivo ha un nome ufficiale: parliamo di Languishing, termine inglese adottato dal sociologo inglese Corey Keyes e che in lingua italiana può essere liberamente tradotto come “languire”.

Languire si, perchè ognuno di noi, privato della propria libertà si è trovato catapultato in questo enorme pantano da cui sarà difficile uscire.

I nuovi depressi

I nuovi depressi del domani potrebbero essere quelli che oggi si trovano fiacchi e stanchi emotivamente del Languishing del 2021. Chi potrebbe essere colpito? potrebbe esserne colpito sia chi è emotivamente fragile e una situazione senza precedenti come quella di oggi è assolutamente una bomba atomica emotiva, ma anche chi invece è estroverso e senza problemi psicologici evidenti ma, appunto per questo, una situazione di freni sociali e freni interpersonali potrebbe sicuramente abbatterne la psicologia.

Quindi chi potrebbero essere i nuovi depressi del domani? il Languishing potrebbe colpire tutti, come un’onda che sovrasta e si abbatte sulla costa, il covid19 si è abbattuto come un’onda sanitaria ovunque, ma il ritirarsi di questa potrebbe evidenziare una crisi psicologica senza precedenti.

Dopo una crisi c’è sempre la rinascita

Così come dopo molte crisi economiche e sociali è susseguito un periodo di ripresa sociale ed economica, ci si aspetta che anche dopo questo periodo buio possa tornare la luce. Ma il mondo del domani potrà mai essere così come lo ricordiamo?

Anche se non vediamo l’ora di un ritorno alla normalità, non so fino a che punto possa tornare tutto come prima. Ma forse questa è solo un’elucubrazione di una persona affetta da Languishing come me. E come te.

Fonte

  • https://www.stateofmind.it/2021/05/languishing-e-covid-19/ – link

Rispondi