L’isola di Alicudi e la leggenda delle donne che volano

Alicudi e le donne volanti

L’Italia non smette mai di sorprenderci con qualche storia incredibile, un mistero, una leggenda, un mito. Questa volta ad essere protagonista indiscussa è l’isola degli arcudari, l’isola più ad occidente dell’arcipelago delle Eolie: Alicudi.

Quella che vi state apprestando a leggere è l’incredibile storia dell’isola di Alicudi e della leggenda delle donne che volano.

Ebbene si, la leggenda narra degli abitanti dell’Isola che vedevano cose incredibili, come figure dalle fattezze femminili che si mostravano solo al calare del sole e che proprio sulla spiaggia di Alicudi preparavano pozioni che avevano lo scopo di trasformarle in animali in grado di farle volare verso altre terre raggiungendo Palermo o addirittura le coste africane per poi tornare ad Alicudi.

Murales di Alicudi che racconta la storia delle donne che volano
Figura 1 – Murales di Alicudi che racconta la storia delle donne che volano

Questi avvistamenti sono stati riportati all’inizio del XX secolo, tra il 1902 ed il 1905, periodo che ha visto l’isola e gli isolani soffrire di una carestia che ha portato la popolazione a subire la fame per la mancanza di grano. Gli abitanti dell’isola hanno quindi ripiegato su altri alimenti, come la segale, poi trasformata in pane.

Tenete bene a mente la segale, sarà questa l’elemento che scardinerà la leggenda e ci fornirà una spiegazione scientifica. Si è scoperto infatti che la segale, con la quale si era panificato negli anni che vanno dal 1902 a 1905, si è rivelata infestata da un fungo chiamato Claviceps purpurea, più comunemente conosciuto con il termine francese Ergot.

Cos’è l’Ergot?

Come riporta la testata scientifica Microbiologia Italia, l’Ergot è un fungo ascomicete fitopatogeno che attacca una vasta gamma di piante. La malattia può manifestarsi negli animali e nell’uomo in seguito all’alimentazione con cereali infetti. Tra i sintomi da Ergot possiamo trovare disturbi circolatori agli arti, gangrena, convulsioni, necrosi ischemica, riduzione della crescita, problemi riproduttivi e, questo è proprio il caso di questa incredibile storia, allucinazione.

l'Ergot, chiamata anche segale cornuta, è stata responsabile dell'allucinazione collettiva dell'isola di Alicudi
Figura 2 – l’Ergot, chiamato anche segale cornuta, è stato responsabile dell’allucinazione collettiva dell’isola di Alicudi

Ed infatti grazie agli alcaloidi prodotti da questo fungo che per almeno 3 anni, gli abitanti di Alicudi sono stati nutriti di un alimento, la segale appunto, che li ha resi anche allucinati, a causa del principio dell’LSD contenuto nella pianta.

Visioni allucinanti

A quanto pare, quindi, tutti gli abitanti dell’isola sono stati sotto effetto di allucinogeni per tre anni. Nonostante sia stato scoperto l’arcano, l’isola di Alicudi è rimasta l’isola delle donne che volano, e questo non può far altro che incrementare l’alone di mistero e di leggenda che aleggia su questa piccola isola selvaggia dell’arcipelago Eoliano.

Fonti

Rispondi